domenica 25 settembre 2016

Recensione "Il mio splendido migliore amico" di A.G. Howard (Splintered #1)

Buongiorno a tutti! Dato che ultimamente qui sul blog parlo solo di Sarah J. Maas e dei suoi libri ho deciso di recensirvi il primo volume di una trilogia che ho letto qualche mese fa e che mi è piaciuto abbastanza, anche se non quanto avrei voluto. Infatti, domani sul blog non pubblicherò il What's on my bedside table?, perché sto ancora leggendo Heir of Fire (ne ho parlato qui). Sì lo so, shame on me! Purtroppo questa settimana ho avuto tantissimo da fare e proprio non sono riuscita a dedicarmi alla lettura quanto avrei voluto.


Titolo: Il mio splendido migliore amico
Titolo originale: Splintered
Autrice: A.G. Howard
Editore: Newton Compton
Pagine: 406
★★★½
Alyssa Gardner riesce a sentire i sussurri dei fiori e degli insetti. Peccato che per lo stesso dono sua madre sia finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora, almeno fin quando riuscirà a ignorare quei sussurri. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, però, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll. Di chi potrà fidarsi Alyssa? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie?
Alyssa Gardner discende da una famiglia molto particolare: nelle sue vene, infatti, come in quelle di sua madre, scorre il sangue dei Liddell. Proprio la celebre Alice Liddell, la bambina che ispirò Lewis Carroll, è una sua antenata, che ha tramando di generazione in generazione la sua follia. Tutte le donne Liddell, infatti, sentono gli insetti bisbigliare e, prima o poi, impazziscono.
La madre di Alyssa, infatti, è stata rinchiusa in un manicomio quando lei era ancora una bambina, a seguito di uno spiacevole incidente.
Alyssa, quindi, vive con suo padre ed è segretamente innamorata di Jeb, il fratello della sua migliore amica.
Ciò che Alyssa nasconde a tutti, però, è che anche lei sente i bisbiglii degli insetti e, proprio per metterli a tacere, li usa per comporre i suoi mosaici.
La ragazza va ogni settimana a trovare la madre, che si rifiuta di mangiare e bere qualsiasi cosa se non sia contenuta in una tazzina da te e che si veste come Alice nel Paese delle Meraviglie. Un giorno, però, la sua malattia peggiora gravemente, e Alyssa scoprirà che la follia della madre nascondono un fondo di verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, e non è affetto come Lewis Carroll l'ha descritto. È un luogo oscuro e malvagio, pieno di creature strane e pericolose, e Alyssa sarà costretta ad affrontarlo, ma non da sola: con lei andranno Jeb e Morpheus, il suo amico d'infanzia e guida del Paese delle Meraviglie, che mostra per Alyssa un interesse decisamente particolare...

martedì 20 settembre 2016

Top Ten Tuesday #10 Le mie dieci canzoni preferite

Top Ten Tuesday è una rubrica a cadenza settimanale creata da The Brooke and the Bookish, che consiste nel proporre una top ten a tema ogni settimana.
Io ho deciso di rivisitarla, perché alcuni temi non mi fanno impazzire, quindi ogni settimana ne sceglierò uno tra quelli che sono già stati proposti dal blog The Brooke and the Bookish. Enjoy!

Buonasera a tutti! Il tema di questa settimana era All About Audio freebie. Probabilmente sarebbe stato più sensato scegliere qualcosa come Top 10 Audiolibri oppure Top 10 canzoni da ascoltare mentre si legge, se non fosse che non ho mai ascoltato un audiolibro e non ascolto musica quando leggo. Quindi ho deciso di esulare un bel po' dal tema del blog e proporvi le mie Dieci canzoni preferite in assoluto. Devo ammettere di non ascoltare nessun genere preciso, quindi ci sarà un bel miscuglio di roba e, come vi accorgerete, ho un piccolo problema con i musical...
In realtà sono stata indecisa fino alla fine, mi sarebbe piaciuto anche fare I miei dieci musical preferiti, magari se qualcun altro è appassionato di musical e apprezzerebbe un post del genere, me lo faccia sapere, perché effettivamente esula un po' dal tema del blog e non so se farlo o meno. Ma basta chiacchiere, cominciamo!
P.S. Cliccando sul titolo di ogni canzone sarete reindirizzati ai video su Youtube.

lunedì 19 settembre 2016

What's on my bedside table? #6

What's on my bedside table è una rubrica a cadenza settimanale ideata da Valy P. di Sparkle from books. Ogni lunedì vi mostrerò quale libro si trova sul mio comodino, ovvero quale sto leggendo attualmente.

Buongiorno a tutti! Oggi mi mostro la mia lettura attuale, che mi tiene impegnata da qualche giorno. Ovviamente, nessuno spoiler sui libri precedenti.

venerdì 16 settembre 2016

Recensione "La Corona di Mezzanotte" di Sarah J. Maas (Throne of Glass #2)

Buon pomeriggio a tutti! Ieri sera ho terminato la lettura di Crown of Midnight e non ho saputo resistere, sentivo il bisogno di condividere il mio amore sconfinato nei confronti della Maas con qualcuno. Buona lettura!
Titolo: La Corona di Mezzanotte 
Titolo originale: Crown of Midnight
Autrice: Sarah J. Maas
Editore: Mondadori
Pagine: 428
★★★★
Celaena è sopravvissuta ai lavori forzati nelle tremende miniere di Endovier e ha vinto la gara all'ultimo sangue per diventare la paladina del re. Da mesi il suo compito è uccidere per conto del sovrano, ma lei non ha mai rispettato il giuramento di fedeltà al trono: ha concesso alle vittime la possibilità di fuggire e ne ha inscenato la morte. Nessuno conosce il suo segreto, né il valoroso Chaol, l'amico e confidente di sempre, né il principe Dorian, ancora innamorato di lei. Ma quando una notte, in un corridoio buio, Celaena scorge una figura avvolta in un mantello nero, un altro segreto irrompe nella sua vita: nei sotterranei della fortezza cova una minaccia oscura e devastante, forse legata agli antichi riti magici banditi dal regno... È il momento delle scelte: contrastare questa magia ancestrale o andarsene? Abbandonarsi a un nuovo amore o rinunciare?
Celaena ce l'ha fatta: è sopravvissuta alle miniere di Endovier ed è finalmente diventata
la Campionessa del Re, in attesa di guadagnare la sua libertà. Ma Caelena non è affatto intenzionate a eseguire gli ordini del tiranno, e per questo si limita a fingere la morte delle vittime, costringendole però a scappare.
Celaena, però, sa che non potrà ingannare il re per sempre, soprattutto quando, nei pressi della Biblioteca, scorge una figura incappucciata e capisce che qualcosa di oscuro si aggira per il castello.
Corre poi voce che un gruppo di ribelli voglia opporsi al Re, e sembra che la principessa Nehemia ne faccia parte.
Con l'aiuto di Nehemia, Chaol e Dorian Celaena comincerà ad indagare sulla scomparsa della magia avvenuta dieci anni prima, ma tutti nascondono dei segreti, Celaena compresa...

Ho amato il primo volume della serie, è vero, ma questo lo supera di gran lunga. In Crown of Midnight c'è molta più azione, tantissimi colpi di scena e un fantastico sviluppo dei personaggi.

martedì 13 settembre 2016

Top Ten Tuesday #9 I miei dieci romanzi autoconclusivi preferiti

Top Ten Tuesday è una rubrica a cadenza settimanale creata da The Brooke and the Bookish, che consiste nel proporre una top ten a tema ogni settimana.
Io ho deciso di rivisitarla, perché alcuni temi non mi fanno impazzire, quindi ogni settimana ne sceglierò uno tra quelli che sono già stati proposti dal blog The Brooke and the Bookish. Enjoy!

Buongiorno a tutti! Il tema di questa settimana era Top Ten ALL TIME Favorite Books Of X Genre, cosa che mi ha mandata non poco in crisi. Alla fine, dato che ho l'impressione di parlare sempre e solo di serie/trilogie/roba-a-puntate, ho deciso di elencarvi i miei Dieci libri autoconclusivi preferiti, cercando di variare il più possibile e inserendo generi diversi. Ho davvero fatto fatica a ridurre la lista a solo questi titoli, che fanno tutti parte dei miei libri preferiti in assoluto. Ma, bando alla ciance, cominciamo!